iPhone Xr: 64GB bastano? ecco quale taglio di memoria scegliere

0

NEW: Ricevi 10€ in omaggio grazie all’innovativa carta prepagata Hype se la richiedi entro il 31/12/2018. Tutte le info sul nostro articolo dedicato!





Sono iniziate da pochi giorni le vendite dei nuovi iPhone Xr, l’ultimo gioiellino di casa Apple che insieme ai fratelli maggiori (iPhone Xs e Xs Max) si presta ad essere tra i più desiderati di sempre. Sarà per il suo costo decisamente contenuto rispetto agli altri modelli, sarà per i suoi colori sgargianti che che affascinano i teenager, sarà per il nuovo display da 5.8 pollici, l’iPhone Xr è destinato ad un successo mai visto prima, con vendite record anche per tutto il 2019. Se quindi siete convinti di acquistare l’ultimo uscito da Cupertino, probabilmente ora la domanda che vi dovreste fare è: di quanta memoria avrò bisogno?
Come sicuramente saprete, nuovi melafonini arrivano nelle versioni da 64 GB e 128 GB, e 252 GB . Oggi vogliamo quindi cercare di indirizzarvi al meglio riguardo la scelta del taglio di memoria, a seconda delle vostre esigenze .

iphone-xr

Alcuni ricorderanno che il primo iPhone uscì sul mercato con appena 4 GB di memoria interna come versione “entry level”: un’inezia per i nostri giorni, ma all’epoca sufficienti a supportare le “poche” funzioni disponibili.
Negli anni, lo spazio di archiviazione minima di iPhone è cresciuto passando a 16, 32 ed in fine 64 GB nella versione sempre “entry level”. Ciò è stato sicuramente dettato dal continuo aumento di spazio richiesto dalle varie app e dal miglioramento generale della fotocamera iSight con conseguente aumento del peso di foto e video.

Veniamo dunque a noi: 64, 128 o 256 GB?
Partiamo dal fatto che tra le tre esiste una differenza di prezzo di circa 170€ (non pochi!) tra la versione “base” da 64GB e quella “top” da 256GB, E che comunque l’acquisto di un iPhone con più memoria è l’unica soluzione per poter colmare la necessità di spazio sugli iDevices: non esiste infatti possibilità di uso di MicroSD e le soluzioni di chiavette lightning sono sì d’aiuto, ma per niente risolutive. L’unica opzione è quella di utilizzare iCloud, il cloud Made in Apple: perfettamente integrato con l’ecosistema di Cupertino e altamente affidabile, esso risulta tuttavia una soluzione scomoda in assenza di rete Wi-Fi o cellulare, e non del tutto risolutiva.
Pertanto, prima di procedere all’acquisto vi invitiamo a valutare importanti fattori come per esempio:

Quanti anni terrete il futuro iPhone? Uno, due o magari addirittura quattro?
Questo è un aspetto molto importante da tenere in considerazione: sappiamo infatti che col tempo foto video e dati di app si “ammucchiano” aumentando ogni giorno. Pertanto se state pensando di comprare i nuovi iPhone e di non cambiarli per un po’ in questo caso la scelta di almeno 128 GB pare quasi obbligata, visto che comunque moltissime app richiedono molto spazio disponibile (giochi per esempio) e che comunque, anche se non siete appassionati del gaming mobile, sarà facile che usando app come Spotify, Facebook e Whatsapp vi si creino centinaia di megabyte archiviati.

Avete già un iPhone con spazio d’archiviazione superiore ai 64 GB (o avete già più di 64 gb di dati sul vostro iPhone attuale)?

Anche in questo caso occorre un’attenta valutazione: scegliendo la versione da 64 GB dovrete infatti sicuramente fare delle scelte come per esempio l’archiviazione di alcuni album su Mac o PC o iCloud, il passaggio allo streaming online per quanto riguarda l’ascolto di musica, e magari rinunciare ad alcune app più pesanti.
La scelta del modello da 128 GB o addirittura da 256 GB vi permetterebbe invece di ripristinare semplicemente il backup sul nuovo iPhone senza andare ad effettuare queste operazioni finalizzate alla riduzione di dati.

Siete amanti della fotografia o, magari, avete intenzione di acquistare iPhone per rinunciare a una vecchia compatta?
In questo caso la scelta pare davvero obbligata: considerando diversi fattori come per esempio lo spazio richiesto per un minuto di registrazione in 4K 60 fps che è pari a circa 700 mb e considerando il peso delle foto panoramiche e delle Live Photos (che si arricchiscono di nuovi effetti) che si aggira su qualche decina di megabyte, la scelta tra i due tagli di memoria cade inevitabilmente su quello da 256 GB. A meno che non siate disposti ad archiviare i vostri scatti e i vostri video su altro dispositivo oppure su iCloud, perdendo però la comodità di averli sempre con sé anche offline.

In conclusione: c’è una riposta definitiva a questo “dilemma”? No, ma potete facilmente capire quale sia il taglio più adatto per voi: se non siete usi a scattare molte foto (o siete già abituati all’uso del Cloud), se non giocate con lo smartphone e non avete intenzione di scaricarvi molti album e film, la scelta del 64 GB può essere sensata e condivisibile.

Se, invece, avete intenzione di usare molto il vostro iPhone, magari per un po’ di anni, a fronte di una differenza di appena 60€ (non pochi, ma che comunque spesso si riduce con qualche offerta da volantino o online) vi consigliamo il salto ai 128 GB. La versione da 256 GB, invece, risulta per la maggioranza degli utenti davvero eccessiva ad oggi e, a meno che non dobbiate svolgere particolari operazioni che richiedono un quantitativo di memoria elevato sempre a disposizione, ci sentiamo di sconsigliarvi l’acquisto di quest’ultimo modello.

IN OGNI CASO… qualunque taglio di memoria tu scelga, non farti scappare l’occasione di ricevere 10€ in omaggio da spendere come vuoi! Ti ricordiamo che fino al 31 dicembre 2018 puoi ricevere 10€ in regalo grazie ad AmiciApple.it e Hype. Richiedi ora l’innovativa carta prepagata a costo zero e ricevi subito il bonus. Tutte le info qui.

Se vuoi tenerti aggiornato su questo argomento e sul mondo Apple in generale, seguici su Facebook e unisciti al canale Telegram di AmiciApple.it cliccando qui: http://telegram.me/amiciapple dal browser del tuo dispositivo.

Share.